C. Percoto – Voci dai campi e dai monti

Caterina Percoto

Voci dai campi e dai monti

a cura di Mirella Lirussi

Quarta edizione

pagg. XVIII – 358  € 9,55

ISBN 9788887647037

 

Il mondo rurale del Friuli nelle pagine magistrali di una straordinaria anticipatrice del Verismo, la cui tardiva riscoperta non cessa mai di regalare nuove sorprese.

C. Percoto – I grandi racconti

Caterina Percoto

I grandi racconti

a cura di Mirella Lirussi e Pietro Farris

 

pagg. XVI – 416  € 16,00

ISBN 9788887647655

La descrizione attenta e realistica del mondo rurale italiano, che noi siamo soliti associare all’arte di Giovanni Verga, conobbe in Friuli una straordinaria anticipatrice nella figura di Caterina Percoto, che già nel 1858 vide pubblicata una raccolta dei suoi racconti italiani con la prestigiosa prefazione di Niccolò Tommaseo. Questo volume propone un’ampia antologia dei più celebri racconti della scrittrice friulana (Un episodio dell’anno della fame, La donna di Osopo, La mugnaia, Lis cidulis, scene carniche, Il licôf, Il pane dei morti, La coltrice nuziale), nei quali il mondo popolare degli umili viene spesso esaltato nei suoi valori più autentici (la solidarietà, la fratellanza, un sano vitalismo), pur non nascondendone le miserie e la disperazione che conoscono spesso gli esiti più tragici. Si è ritenuto opportuno valorizzare questa scrittrice friulana con un apparato critico degno dei grandi autori. Allegato un apparato didattico compreso nel prezzo fornisce un sussidio per la verifica della comprensione del testo.

Il libro è consigliato per le classi prime, seconde e quarte della Scuola Secondaria di secondo grado.

C. Percoto – Voci dai campi e dai monti

Caterina Percoto

Voci dai campi e dai monti

 

Quarta edizione

a cura di Mirella Lirussi

pagg. XVIII – 358  € 9,55

ISBN 9788887647037

 

 

La descrizione attenta e realistica del mondo rurale italiano, che noi siamo soliti associare all’arte di Giovanni Verga, conobbe in Friuli una straordinaria anticipatrice nella figura di Caterina Percoto, che già nel 1858 vide pubblicata una raccolta dei suoi racconti italiani con la prestigiosa prefazione di Niccolò Tommaseo. Il volume Voci dai campi e dai monti propone un’ampia antologia dei racconti della scrittrice friulana (La nuora, Il vecchio Osvaldo, La nipote del parroco, L’uccellatore, Le lentiggini, La cognata, La mugnaia, La moglie, Maria, Prepoco, La donna di Osopo, L’amica, La malata, Il cuc, La festa dei pastori, Un episodio dell’anno della fame, Il pane dei morti, Il bastone, Un’escursione in Carnia), nei quali il mondo popolare degli umili viene spesso esaltato nei suoi valori più autentici (la solidarietà, la fratellanza, un sano vitalismo), pur non nascondendone le miserie e la disperazione che conoscono spesso gli esiti più tragici. In appendice un apparato didattico fornisce ai docenti un sussidio per la verifica della comprensione del testo.

 

Il libro è consigliato per le classi terze della Scuola Secondaria di primo grado.